Magnolia

La magnolia è un albero primitivo

Le specie di alberi e arbusti che appartengono al genere Magnolia Sono quelli i cui fiori sono, in genere, grandi, dai colori tenui e molto belli, che sono anche aromatici. Si prendono il loro tempo per crescere, ma nonostante ciò, non ci vuole molto prima che inizino a fiorire.

Ad oggi, Sono state descritte circa XNUMX specie., essendo molti di loro -la stragrande maggioranza, di fatto- decidui; anche se ce ne sono alcuni che sono sempreverdi come vedremo ora.

Cos'è la magnolia?

La magnolia è un albero a crescita lenta

Immagine – Wikimedia/maz84

La Magnolia è un genere di alberi e arbusti che vivono nelle Americhe (in particolare dal Nord America orientale al Sud America), così come nel sud-est asiatico. Potremmo dire che sono piante primitive, poiché è noto che i loro antenati iniziarono la loro evoluzione circa 170 milioni di anni fa (hai più informazioni qui, cliccando su Magnolie).

Il suo tasso di crescita, come dicevamo all'inizio dell'articolo, è piuttosto lento, potendo crescere di circa 10 centimetri all'anno solo nelle migliori condizioni di crescita. Sviluppano un tronco che può ramificarsi a poca distanza dal suolo., formando un'ampia coppa, il cui diametro varia dai 3 ai 6 metri.

Le foglie sono semplici o lobate, generalmente grandi e verdi. Germogliano in una spirale, e A seconda della specie, cadono in inverno o durante tutto l'anno.

I suoi fiori possono essere femminili, maschili o avere organi di entrambi i sessi che maturano in tempi diversi.. Misurano fino a 30 centimetri di diametro e sono di colore bianco, bianco-rosa o qualche sfumatura di rosa. Una volta germogliati, cosa che fanno in primavera, rimangono aperti per un paio di giorni.

Il frutto può essere duro o alquanto morbido e contenere semi di circa 2-3 centimetri.

Che cosa è?

Parliamo ora degli usi che vengono dati alle magnolie o alle magnolie. Il primo e il più popolare è il ornamentale. Sono piante dai fiori di grande bellezza ed eleganza, che gettano una fresca ombra anche quando sono adulte.

Nei loro luoghi di origine hanno altri usi, come per costruire case, fare falegnameria o lavori di falegnameria; o anche come pianta medicinale. In questo senso è interessante dire che in Spagna esistono già bustine di tè per infusione o fiori di magnolia essiccati, che hanno proprietà ansiolitiche.

Tipi di magnolia

Successivamente vedrai le principali specie di Magnolia, quelle più coltivate:

Magnolia denudata

La magnolia denudata è un albero

Immagine - Flickr / Kai Yan, Joseph Wong

La Magnolia denudata, detta anche magnolia yulan, è un albero a foglie caduche originario della Cina. Raggiunge i 15 metri di altezza, ed i suoi fiori sono bianchi, di circa 15 centimetri di diametro.

Magnolia grandiflora

La Magnolia grandiflora è un grande albero

La Magnolia grandiflora è una magnolia perenne, talvolta chiamata magnolia o magnolia comune. È una specie autoctona degli Stati Uniti sudorientali che è ampiamente coltivata anche nel resto del mondo. Può raggiungere i 30 metri di altezza, e sviluppano una chioma larga diversi metri. I suoi fiori sono molto grandi, circa un piede di diametro, e sono bianchi.

Magnolia

La magnolia kobus ha fiori bianchi

Immagine - Flickr / autan

Il Magnolia kobus è un albero a foglie caduche originario del Giappone, che raggiunge i 20 metri di altezza. La sua chioma è molto ampia e si ramifica anche a brevissima distanza dal suolo. Anche i suoi fiori sono bianchi e misurano una decina di centimetri di diametro.

magnolia liliflora

La Magnolia liliiflora ha fiori lilla

È una specie conosciuta con i nomi di giglio o tulipano magnolia, poiché i suoi fiori sono abbastanza simili a quelli di queste piante (gigli e tulipani). Questi sono rosa e misurano circa dieci centimetri di diametro. Raggiunge i 4 metri di altezza, ed è una pianta decidua originaria della Cina.

Magnolia officinale

La magnolia officinalis è un grande albero

Immagine - Wikimedia / Wendy Cutler

La Magnolia officinale è una varietà di magnolia decidua originaria delle regioni montuose della Cina. Raggiunge i 20 metri di altezza, e le sue foglie sono verdi, lunghe fino a 30-35 centimetri. I suoi fiori sono bianchi e misurano circa 10 centimetri di diametro.

Magnolia sieboldii

La magnolia sieboldii è un albero a foglie caduche

Immagine - Wikimedia / Wendy Cutler

La magnolia di Siebold è un albero a foglie decidue originario dell'Asia orientale. Cresce tra i 5 ei 10 metri di altezza, e produce fiori bianchi, di circa dieci centimetri di diametro. Inoltre, ha stami rossastri.

Magnolia stellata

La magnolia stellata ha fiori bianchi

La magnolia stellata è un arbusto deciduo originario del Giappone raggiunge i 3 metri di altezza. Le sue foglie sono semplici e verdi e i fiori sono rosa, di circa 7-9 centimetri di diametro.

Magnolia x soulangeana

La magnolia soulangean ha fiori rosa

Immagine - Wikimedia / Berthold Werner

La magnolia Soulange è un ibrido deciduo ottenuto incrociando Magnolia denudata y Magnolia lilifolia. Cresce tra 5 e 6 metri di altezza, e produce fiori che possono essere bianchi, bianco-rosati o biancastri all'interno e rosa brillante all'esterno. Questi possono misurare fino a 10 centimetri di larghezza.

magnolia virginiana

La magnolia virginiana è un albero molto grande

Immagine – Wikimedia/JE Theriot

La magnolia virginiana È un albero che si trova nel sud-est degli Stati Uniti e può o meno perdere le foglie a seconda del clima. Può essere confuso con M. grandiflora, ma i fiori di quest'ultimo sono molto più grandi; misurano infatti circa 20 centimetri di diametro in più rispetto a quelli di M. virginiana. Può misurare fino a 30 metri di altezza.

Qual è la cura della magnolia?

Prima di acquistare anche solo un esemplare, è vivamente consigliato (direi addirittura necessario) informarsi sulle cure che questo tipo di pianta richiede. E il fatto è che se non lo facciamo in questo modo, ci sarebbero buone probabilità di finire per spendere soldi per un impianto che, anche se non è molto impegnativo con alcune cose, lo è con altre. Per esempio:

Clima

La Magnolia è un albero a crescita lenta

Immagine – Flickr/Bob Gutowski // magnolia salicifolia

Le magnolie, come hai visto, possono essere decidue o sempreverdi. I primi sono quelli che risiedono nelle regioni più alte e/o più fredde (non necessariamente ad alta quota), e quindi sono esposti alle basse temperature autunnali e invernali; questi ultimi, invece, vivono in zone un po' più calde, quindi non hanno bisogno di perdere tutte le foglie quando arriva il freddo, poiché le temperature sono abbastanza elevate per continuare a mantenerle.

Pertanto, Se il clima nella tua zona è piuttosto caldo, come ad esempio quello mediterraneo, sarà molto più consigliabile acquistare della magnolia sempreverdeCome Magnolia grandiflora, di una decidua. Ho entrambi i tipi, a Maiorca (con temperature che possono raggiungere i 39ºC durante un'ondata di caldo, e scendere a -1,5ºC in un'ondata di freddo), e mentre il M. grandiflora rimane bello in estate, quello deciduo, d'altra parte , sta passando un brutto periodo.

Terreno ideale per le magnolie in giardino

In origine, queste piante crescere in terreni acidi, quindi è importante che li piantiamo in giardino solo se il terreno che abbiamo è così, acido, con un pH compreso tra 4 e 6. Se nel nostro quartiere ce ne sono aceri giapponesi, camelie, azalee o altri tipi di piante acide e hanno un aspetto sano, non ci sarà dubbio che possiamo farlo anche noi, ma in caso di dubbio la cosa migliore che puoi fare è scoprire il pH del terreno, ad esempio con un metro come è.

Se invece il terreno è argilloso, in quanto il suo pH è 7 o superiore, non vi consiglio di piantarvi nessuna magnolia., poiché non appena le radici toccavano quel terreno, le foglie ingiallivano, diventando clorotiche. Anche se si può evitare pagandolo con un fertilizzante per piante acide, aggiungendo al terreno fibra di cocco o torba bionda, trattandosi di una pianta che diventa grande, alla fine conviene averla in vaso.

Terreno più adatto a chi coltiva in vaso

Quando siamo interessati, o quando non abbiamo altra scelta che averli in un piatto, li pianteremo in quelli che misurano una decina di centimetri in più di diametro e di altezza rispetto a quelli che hanno in quel momento. Inoltre, è molto importante che questi abbiano fori di drenaggio, poiché non sopravviverebbero a lungo se non li avessero, poiché non supportano l'acqua in eccesso.

inoltre, come substrato dobbiamo pensare di metterne uno specifico per piante acide (in vendita qui) o fibra di cocco (in vendita qui), che ha anche un pH adatto per le magnolie.

irrigazione

La magnolia obovata è un grande arbusto

Immagine – Wikimedia/Σ64 // magnolia obovata

Hanno bisogno di ricevere acqua regolarmente durante tutto l'anno. Durante la prima e l'estate devi essere più consapevole, poiché è allora che crescono (a meno che le temperature non siano troppo elevate, nel qual caso sarà necessario annaffiare, non tanto perché possano crescere, ma perché possano sopravvivere, evitando la disidratazione).

L'acqua che utilizzeremo sarà acqua piovana ogni volta che ne avremo la possibilità.; in caso contrario possiamo utilizzare acqua fresca o in bottiglia, adatta al consumo.

La domanda è: quando dovresti innaffiare? Bene se non piove, lo faremo più volte alla settimana, tranne in inverno che sarà quando distanziamo i rischi.

Concima le magnolie

alle magnolie vanno concimati ogni volta che sono in vaso, ma è consigliabile farlo anche se sono in giardino. Nel primo caso li pagheremo con fertilizzanti liquidi per piante acide come è, e nel secondo -se il terreno è acido-, possiamo aggiungere fertilizzanti granulari o in polvere come guano o letame, ad esempio.

La stagione delle concimazioni inizierà in primavera, una volta passate le gelate, e terminerà a fine estate o autunno, non appena le temperature inizieranno a scendere.

Moltiplicazione

Il frutto della magnolia è grande

Immagine – Wikimedia/Junichi

Le magnolie possono essere moltiplicate in tre diversi metodi:

  • semi, che deve essere seminato all'aperto in autunno.
  • Talee semilegnose, che vengono prelevati da rami sani a fine inverno/inizio primavera.
  • Stratificazione aerea, che si effettua all'inizio della primavera, su rami di uno o due anni.

Rusticità

A seconda della specie, ci sono magnolie più rustiche di altre. Ad esempio, quelli decidui si adattano molto meglio a vivere in ambienti dove gli autunni e gli inverni sono freddi, ma se li coltivi in ​​zone dove l'estate è molto calda, non ce la faranno (o gli costerà molto ). Anzi, i sempreverdi resistono al caldo meglio del freddo.

Sebbene resistano tutti al gelo e alle nevicate, non è solo la resistenza al freddo che dobbiamo guardare. La Magnolia grandiflora Resiste bene a temperature fino a -18ºC secondo diverse pagine web consultate, e per mia esperienza posso anche dirvi che un'ondata di caldo (o più che si verificano in breve tempo) con valori massimi fino a 39ºC e minimo di 22 non lo danneggia -24ºC; al contrario, uno Magnolia Reggerà fino a -20ºC, forse anche meno, ma coltivarlo in una zona dove le temperature superano i 30ºC in estate sarà molto complicato.

La magnolia è una pianta molto bella, dalla quale spero che tu abbia imparato molto leggendo questo articolo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*